Il caffè rimane comunque uno dei grandi piaceri della vita, e va assunto sempre nelle quantità corrette.

Gli studi suggeriscono che un moderato consumo di caffè non è dannoso e che inserirlo nella dieta potrebbe apportare dei benefici per l’organismo. Ma quanti caffè al giorno possiamo bere? A questa domanda rispondono sia la Food and Drug Administration (FDA) sia l’Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) affermando che il quantitativo di caffeina che generalmente può assumere un adulto in salute è 400 milligrammi al giorno, ovvero 4-5 tazzine di espresso (secondo i dati dell’EFSA, un espresso da 60 ml contiene circa 80 g di caffeina, mentre una tazza di caffè filtro da 200 ml ne contiene circa 90 mg). Per le donne in gravidanza o in fase di allattamento, invece è consigliato di non superare i 200 milligrammi al giorno. 

In generale, è bene sapere che la caffeina, in dosi eccessive, può portare a effetti collaterali (insonnia, ansia e nervosismo, solo per citarne alcuni) e che, nel calcolare la quantità giornaliera di caffè, bisogna considerare che questa sostanza può essere assunta anche attraverso altre fonti alimentari come tè, cioccolato, bibite energetiche, ecc.