La caffeina ha molte proprietà benefiche, anche se è necessario non esagerare con la sua assunzione.

La relazione tra caffè e grasso corporeo esiste, ed è dimostrata da vari studi sull’argomento. 

Non è possibile affermare con certezza che la caffeina “bruci” il grasso in eccesso ma si può affermare che ciò che fa questa sostanza è rallentare la proliferazione del grasso stesso, e stimolare la produzione di “grasso bruno” che, a differenza del “grasso bianco”, non fa aumentare i trigliceridi, e quindi non fa ingrassare. 

Gli studiosi hanno fatto seguire agli animali una dieta ben precisa, e ad alcuni di essi è stata somministrata anche caffeina: i topi che “hanno bevuto il caffè” hanno preso il 16% in meno di peso e accumulato il 22% in meno di grasso corporeo rispetto a quelli che hanno assunto il prodotto decaffeinato.

Da questo risultato è emerso come la caffeina rallenti la produzione di trigliceridi e quindi aiuti a non accumulare grassi in eccesso. 

Per quanto questi studi possano incoraggiare gli amanti della caffeina, consapevoli delle proprietà benefiche che porta, è fondamentale sapere che l’assunzione di caffè in maniera massiccia non è da considerarsi un aiuto per dimagrire.